Tradizione e comunità. L’una fagocita l’altra e la risveglia dal suo torpore. Sacro, profano e tamburi a morto che echeggiano tra i vicoli di una Vallata colorata. Mi hanno colpito i volti, i legami, l’intensità ed il tempo immobile di una comunità che si riconosce. Un insieme di genti che si ritrova in un giorno in cui si piange e si celebra la morte con la vita e con gli occhi dei bambini e delle bambine. Lo stupore mi ha avvolto, la confusione è in questi scatti, la profonda emozione generata è dentro me.

Alfredo Cesarano

GUARDA TUTTE LE ALTRE FOTO (clicca sotto)